Le cinque diete peggiori del 2013

Spesso si fanno scelte dettate dall’influenza del marketing o della stravaganza piuttosto che dalla fiducia rispetto alla scienza della nutrizione.

Secondo la British Dietetic Association, cioè l’associazione britannica degli operatori della nutrizione clinica e della dietetica, le cinque diete più pericolose del 2013 da evitare sono le seguenti

1. DIETA DUKAN:

regime iperproteico messo a punto dal medico francese ‘zero carboidrati, solo proteine’.

2. DIETA NUTRIZIONALE ENTERALE CHETOGENA:

conosciuta anche con il nome di “dieta del sondino”, dura appena dieci giorni, durante i quali si assumono soltanto cibi liquidi attraverso una sonda che dal naso arriva direttamente nello stomaco. È composta principalmente da aminoacidi, sali minerali e acqua; richiede integrazione con vitamine e lassativi (totale 800 calorie al giorno)

3. PARTY GIRL IV DRIP DIET:

i cibi non vengono introdotti in modo naturale, ma per via endovenosa, viene iniettato un cocktail di vitamine del gruppo B, vitamina C, magnesio e calcio.

4. DRUNKOREXIA DIET – ALCOREXIA:

“dieta dell’alcool”. Dieta liquida prevalentemente di soli alcolici, che se assunti anche in quantità modeste smorzano la fame e consentono l’assunzione di una dose ristretta di alimenti.

5. SIX WEEKS To OMG (Oh My God) Diet:

Consiste in «sei settimane di autentico inferno» a base di esercizio fisico mattutino, seguito da una tazza di caffè nero e un bagno gelato per bruciare i grassi, una colazione ritardata fino alle 10 del mattino, assenza di frutta e prioritariamente a base di proteine.

Detto questo, vi consiglio sempre di non farvi influenzare dalla dieta “di moda” del momento, ma di affidarvi sempre a professionisti che vi sappiano guidare in un percorso studiato ed elaborato “su misura”, perchè ogni persona è diversa ed ha esigenze fisiologiche e nutrizionali differenti.